Oggi un mio amico su facebook mi ha chiesto: Caro Enrico, dal momento che sei un veterano di Fotolia ti vorrei chiedere qualche dritta: tra l’esclusività piena, quella parziale e la non esclusività, per la tua esperienza quale reputi più conveniente?

Beh la risposta e la domanda meritano un articolo sul blog!!!

Cosa è l’esclusività?

Quando si vendono foto o immagini royalty free su siti di microstock (Fotolia, istock, stockxpert, dreamstime) in tutti si può vendere in esclusiva o meno.

Da fotolia estraggo la definizione di esclusività totale: Esclusività totale significa che Fotolia diventa l’unico sito dove sono offerti in vendita i tuoi lavori in licenza royalty free. Questo è il livello massimo di esclusività. Se scegli di optare per l’esclusività totale, non puoi fornire i propri lavori creativi in licenza royalty free ad altre agenzie fotografiche o di microstock, fatta eccezione nei seguenti casi:

  • vendere i propri lavori in regime di “Rights-managed”, direttamente o tramite agenzie che gestiscono la vendita di lavori “rights-managed”;
  • vendere i propri lavori tramite il suo sito web personale. In tal caso questo sito web non può offrire nè in vendita nè a titolo gratuito contenuti di altri Autori;
  • vendere i propri lavori ad un committente finale nell’ambito di un contratto di committenza;
  • vendere i propri lavori ad un utilizzatore finale nell’ambito di un contratto di editoria;
  • vendere stampe dei propri lavori;
  • stampare e vendere prodotti derivati da propri lavori, incluso e senza limitazione, poster, abbigliamento, gadgets, decorazioni e similari, direttamente o tramite siti specifici. Nel secondo caso, soltanto qualora il sito non venda oppure offra gratuitamente lavori creativi in licenza royalty free.

mentre la Non esclusività significa che è possibile vendere i tuoi file tramite altre agenzie o banche immagini.

Quali sono i vantaggi delle due scelte?

Nel primo caso le percentuali di guadagno sono molto più alte, si può guadagnare almeno un 15% in più rispetto ad un venditore non esclusivo.

Nel secondo caso potendo vendere su molti più siti, si hanno più possibilità di vendita, si ha un più alto numero di vendite che compensano la minore percentuale spettante per ogni foto venduta.

Ma c’è una piccola differenza di cui non sempre si tiene conto, e cioè il tempo di inviare i file a più agenzie,  inserire i titoli, scegliere le parole chiave, controllare, rimandare le foto che non vengono accettate, avere più versioni dello stesso file ecc. ecc. tempo che non è poco, anche quando ci si organizza per bene inserendo i tag e alcune altre informazioni all’interno della foto tramite i dati IPTC.

Detto questo io penso che si guadagni di più inserendo le foto su più agenzie, non in esclusiva, ma devono essere almeno 5 agenzie.
Ma dato che il denaro non è tutto nella vita, dato che io faccio un altro lavoro e che per me vendere le foto su microstock è un hobby, io ho optato per l’esclusività totale su fotolia.

Visita il mio portfolio su fotolia

Dite la vostra!