al Pesce Spada

Siete a Milano e siete stufi dei soliti happy hour con coktail e cazzatelle varie , patatine olive, resti della sera prima, ressa al bancone per un misero piattino di pasta scotta, bella atmosfera, tipi in, molta apparenza ma poca sostanza?
Siete in compagnia di buoni amici o siete in coppia e volete andare a mangiare qualcosa di buono, facendo una bella chiacchierata costruttiva? Senza spendere molto chiaramente!

Oggi vi parlerò del “Pesce Spada” in una traversa di viale Carlo Troya, un pezzo di Sicilia a Milano, e quando dico un pezzo di Sicilia non dico lo dico per scherzare.

Ad accogliervi ci sarà Peppino, un vero mattatore, accogliente, caloroso e loquace come molti Siciliani e sua moglie, originaria di Bagheria, Palermo. Sulle pareti del locale, quadri e cimeli che richiamano la Sicilia, ambiente casalingo molto accogliente.

La scelta dei piatti non è vasta, ma la qualità dei piatti, molti a base di pesce, e il prezzo sono imbattibili.

Tra gli antipasti segnaliamo il cocktail di gamberi e le superlative cozze alla messinese. Cozze in guazzetto di pomoorini e piccante, speciali!!!

Tra i primi spiccano la pasta con le sarde e linguine allo scoglio, molto ricche e profumate.

Tra i secondi ottima la grigliata, e le fritture, per non parlare della spigola, tutto pesce freschissimo.

E poi arriva il bello, cassata e cannoli siciliani DOC, buonissimi anche se forse un pò cari (5 euro, unica pecca del locale, ma ne vale davvero la pena).

Il buon Peppino alla fine del pranzo sarà lieto di offrirvi la sua grappa ai fichi d’india, specialità nata proprio in quel locale; anche questa ottima, una bella grappa amabile.

Andateci non ve ne pentirete.