I faraglioni, the other side... Capri, un’isola fantastica. E noi che cerchiamo le cose belle sempre lontano quando sono a due passi. Capri va assolutamente visitata, ma una sola giornata non basta.

Vi consiglio di andarci nel mese di Maggio, non fa troppo caldo, non c’è troppa gente, e i prezzi sono ancora contenuti.

Le bellezze di Capri sono tante, ed è lo spettacolo della natura che la fa da padrone. Il centro, la mitica piazzetta, le vie dello shopping sono bellissime, tutto è curato e ben tenuto, non me ne vogliano ma non sembra di essere a due passi da Napoli.
Il clima che si respira è modaiolo, vip, tante belle donne e modelle, accompagnate da ricchi gentlemen distinti. Dalla piazzetta, per via V. Emanuele, la passeggiata conduce alla via Krupp e ai giardini di Augusto. I giardini non sono niente di che, ma la vista che si può ammirare è fenomenale. La via Krupp, riaperta da poco, è una bellissima passeggiata che porta a Marina Piccola. Come sempre il panorama e il mare la fanno da padroni.

l'incanto Un’altra bella passeggiata è quella di Via Camerelle e Via Tragara. Via Camerelle è la via dello shopping, attenti alle vostre mogli e ragazze ;-). Proseguendo si raggiunge via Tragara, una stradina romantica che porta al classico affaccio sui Faraglioni. Sull’affaccio sorge l’Hotel Tragara disegnato da Le Corbusier. Se fate attenzione, sulla sinistra ci sono delle scalette che portano ad uno dei sentieri più belli e affascinanti che io abbia mai fatto, la passeggiata del Pizzolungo che conduce fino all’Arco Naturale. Durante questa passeggiata potete ammirare i Faraglioni in tutta la loro bellezza,  potendo ammirare anche “the other side”. Durante questa passeggiata ho potuto scattare alcune delle mie più belle foto. La passeggiata in tutto dura due ore e conduce passando da Villa Malaparte e dalla grotta di Matermania all’arco naturale, altro spettacolo della natura davanti al quale si rimane a bocca aperta per la sua imponenza. Per ritornare in piazzetta si percorre via Matermania, dalla quale si scorge una Capri più vera, più vissuta, con un piccolo supermercato e casette modeste anche se sempre curatissime.La via Tragara è bella da fare anche di sera, con le luci soffuse, è veramente romantica.

Tiberio Un’altro posto da visitare è Villa Jovis, dove si arriva dopo un cammino di circa un’ora per via Le botteghe e via Tiberio. Villa Jovis, progettata da Tiberio nel I secolo a.c. sorge su una rupe a strapiombo sul mare da cui si può ammirare tutto il golfo di Napoli e la maestosità del Vesuvio. I resti sono molto ben tenuti, si scorgono ancora intatte le enormi cisterne, le terme, gli alloggi.

Una visita va fatta alla Grotta Azzurra, che si raggiunge grazie alle imbarcazioni da prendere a Marina Grande o a piedi da Anacapri. Le rifrazioni e i giochi di luce al suo interno sono unici e irreali.

Anacapri è anch’esso un bel centro, pulito, silenzioso, si respira un’aria familiare. Bellisimi come sempre i panorami che si possono ammirare, va visitato il museo di Axel Munthe con una vista su capri e sul golfo di napoli unica. Da anacapri è possibile anche prendere una seggiovia da piazza Vittorio per raggiungere il Monte Solaro (589 m.) da cui si vede tutta l’isola e tutta la costa.

il portico Un consiglio su dove dormire o mangiare non può mancare dal vostro Gastronauta. Io ho prenottato al “Portico” un alberghetto economico, ma pulitissimo, in una posizione ottima, a 5 minuti dalla piazzetta, con portico con vista mare dove vi verrà servita la colazione dal simpatico, gentile e disponibile Antonio che vi darà tutte le indicazioni per passare un soggiorno a Capri nel migliore dei modi. E’ stato lui a consigliarci i posti dove mangiare bene e spendere il giusto, i posti in cui vanno a mangiare i giovani capresi. E devo dire che i suoi consigli sono stati ottimi, sia che scegliate di mangiare una buona pizza napoletana cotta nel forno a legna sia che scegliate di mangiare pesce. Vi consiglio quindi “il verginiello“, il ristorante Longano e il ristorante Buca di Bacco.

Godetevi la mia galleria di foto scattate a Capri, e fateci un pensierino.